Come organizzare una degustazione di vini a casa

Come organizzare una degustazione di vini a casa
Quando si vuole organizzare una degustazione di vini a casa, è importante ricordare che non esiste una formula esatta per quanto riguarda la scelta del tipo di vino. 

Ogni individuo ha le sue preferenze e si sa che non tutti apprezzano allo stesso modo un determinato vino.
Quindi, quali sono i fattori da considerare quando si ha intenzione di organizzare una degustazione di vini "casareccia"?

Tipo di vino che dovrebbe essere servito: l'organizzatore può servire vari tipi di vino, o può anche sceglierne uno soltanto.
Se il piano è quello di servire diversi tipi di vino, il vino frizzante (ce ne sono tantssimi, quali per esempio prosecco, spumante, champagne, franciacorta, cava e tantissimi altri), va servito per primo per solleticare le papille gustative.

Comunque, la regola generale è quella di iniziare con vini leggeri per poi passare ai vini corposi.

La scelta del "tema" del party è anch'essa fondamentale. Una volta scelto, questo dovrebbe accompagnare tutta la degustazione: per esempio, se l'host prevede di servire una selezione di vini italiani, allora anche il cibo di accompagnamento per l'occasione dovrebbe essere italiano.
Anche l'utilizzo di piccole accortezze, come bandierine italiane per assaporare per esempio gli stuzzichini e/o musica italiana di accompagnamento, renderebbero il party ancora più autentico.

Modalità per servire il vino: la temperatura è essenziale. Naturalmente, la temperatura di servizio ideale è un aspetto fondamentale.
Le regole sono semplici:i vini rossi vanno serviti a temperatura ambiente, mentre i vini bianchi richiederanno almeno un paio d'ore di refrigerazione.
Per quanto riguarda la quantità, è fondamentale non riempire troppo il bicchiere, per fare in modo che il vino non si scaldi troppo, e per non sbagliare credo che si possa variare tra 1/4 e 1/3 del bichiere.

Importante sarà invece scegliere il giusto bicchiere per esaltare le caratteristiche del vino. Per quanto riguarda i rossi la scelta del bicchiere perfetto cambia a secondo del vino scelto.
Se si decide di servire un vino rosso di grande struttura, quello più adatto ad esaltare le caratteristiche dei grandi rossi maturati in legno è il Ballon. La tendenza ad allargarsi di questo bicchiere permette una lunga ossigenazione e una strepitosa concentrazione dei profumi.
Se si decide di servire un vino rosso di corpo o importante, la scelta dovrebbe ricadere su un calice grande.
In questo caso la scelta può essere duplice.
Per vini come Cabernet, Merlot, Sangiovese, Brunello di Montalcino, o Bordeaux, il calice perfetto è un calice classico, dimensioni 270 mm X 400 cc, che si stringe sul bordo. Questo bicchiere fa si che si possa far decantare bene il vino e che i profumi si concentrino bene sotto il naso.
Per altri vini rossi di eccellenza, quale per esempio il Chianti classico, meglio un calice dalla forma più ovale, dimensioni 260 mm X 400 cc, perfetto per esaltare il fruttato del vino.
Essenziale per il vino rosso è che sia un bicchiere grande, che ne esalti l'aroma e il sapore.
Anche per i vini bianchi la scelta può essere molteplice.
Per un vino bianco secco, tra i più celebri lo Chardonnay o anche il Pinot Grigio, il calice perfetto è un calice mediamente stretto per percepire l'acidità del vino, bilanciata dalle note fruttate del vino. Dimensioni del calice: un 230 mm X 330 cc.
Un vino bianco secco leggero, richiede un calice più stretto con un'apertura alla bocca. Un bicchiere del genere, durante la degustazione, favorisce il contatto diretto del vino con la lingua e permette di coglierne fin da subito il sapore leggero. Dimensione calice: 220 mm x 220cc.
Il bianco secco aromatico, quale il celbre Riesling, può essere servito con il calice precedentemente citato, ma per una degustazione perfetta, che non faccia disperdere le note aromatiche, fruttate e floreali, sarebbe meglio scegliere un calice senza quell'apertura alla bocca, e le dimensioni ideali sarebbero: 220 mm X 230 cc.

Per finire la parentesi bianchi, se la scelta rcade su vini bianchi secchi mediamente corposi con acidità equilibrata, quali il Gewurztraminer ed il Cortese Muller-Thurgau, è ottimale scegliere un calice dallo stelo lungo con una forma molto arrotondata, che si stringe alla bocca. Un calice del genere favorisce la concentrazione di tutta l'aromacità di questi vini. Dimensioni: 220 mm x 230 cc.

Chiudiamo poi con le bollicine. Per lo spumante brut il calice perfetto rimane il classico flute. Un bicchiere stretto che protegge il vino dal contatto con l'aria e frena l'avaporazione delle bollicine.

Per quanti molti possano dire di no, il flute può andare molto bene anche per lo Champagne.

Il cibo è necessario per una completa degustazione di vini.
Infatti, molti vogliono accompagnare l'assaggio dei vino con piccoli spuntini.
Il formaggio è un alimento base nelle serate di degustazione di vini. Quindi, piccoli assaggi di formaggi saranno sempre ben voluti.

Il modo giusto per godersi una degustazione di vini:
Come sappiamo, la degustazione di vini è un'occasione che coinvolge la maggior parte dei sensi: il gusto, l'olfatto e la vista.
Per inziare la degustazione di un vino, il bicchiere deve essere sollevato verso la luce prima del primo sorso per notare ed assicurarsi che ci sia brillantezza e chiarezza nel colore del vino.
Quindi ruotare leggermente il liquido attorno al vetro in modo che l'aroma si sprigioni e permettere che l'aria si mescoli al vino. Successivamente, annusare il vino, prima di prendere il primo sorso.
Assaporare bene il vino e riconcerne le caratteristiche uniche al palato.
Quindi, con le dovute accortezze, organizzare una perfetta degustazione di vini a casa, non è poi così difficile.
E' importante ricordarsi che assaggiare il vino è un godimento dei sensi, e deve essere pienamente assaporato per l'esperienza totale.

Scarica la nostra app gratuita dal link in basso ed organizza la tua degustazione di vino, la nostra app ti permette di raccogliere le prenotazioni e, per degustazioni a pagamento, l'acquisto dei biglietti online! I partecipanti, grazie alle nostre schede di degustazione complete, potranno anche compilare la loro scheda a scelta (tra FISAR ed AIS) del vino degustato oltre che acquistarlo direttamente online! L'app memorizzerà le preferenze dell'utente che troverà lo storico delle proprie attività nel suo profilo personale! Scarica l'app mobile (per IOS o ANDROID) dai link in basso, oppure digita "Glu Glu Wine" nel tuo store:

ANDROID

APPLE

Leggi pure:


Appassionati di vino: stiamo costruendo l'app perfetta per voi. INTERVISTA per Radio Operbacco, la radio numero 1 per chi ama il vino


Vini siciliani: tanti riconoscimenti dal Gambero Rosso
Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *