Turismo enogastronomico, raddoppia nel 2017

Turismo enogastronomico, raddoppia nel 2017
La crescita del turismo enogastronomico

Nel 2017, il turismo enogastronomico in Italia raddoppia il fatturato rispetto all’anno precedente.

Lo segnalano Isnart-Unioncamere, nel rapporto presentato a Bari all’open day Coldiretti Le spese legate all’agroalimentare hanno infatti avuto un impatto di oltre 12 miliardi (15,1% totale del turismo).

Nel 2017, le strutture ricettive hanno registrato la presenza di circa 110 milioni di turisti legati al turismo enogastronomico, il doppio rispetto al 2016.

Divise, 47 milioni di presenze italiane (il 43%) e il 57% di turismo internazionale (63 milioni).

Attività più praticate durante la vacanza:

  • 13% – degustazione di prodotti enogastronomici
  • 8,6% – acquisto di prodotti artigianali ed enogastronomici
  • 6,6% partecipa ad eventi enogastronomici

Nell’offerta enogatronomica, gli elementi maggiormente ricercati sono la qualità del mangiare e del bere.

[Scarica L’app mobile gratuita Glu Glu Wine e trova i migliori eventi enogastronomici, e le visite in cantina organizzate dal nostro staff in tutta Italia. Download gratuito su Apple Store ed Android .]

Il 2018 è stato proclamato anno del cibo italiano

Come sottolinea Giuseppe Tripolo, segretario generale di UnionCamere, “La connessione tra le filiere dell’agricoltura e del turismo è una delle basi per uno sviluppo sostenibile del territorio”.

Secondo Tripolo  i modelli turistici vanno rinnovati per favorire la sostenibilità, garantendo la qualità del’accoglienza e allo stesso tempo la crescita delle imprese e comunità locali.

“L’Italia ha un patrimonio unico al mondo che grazie al 2018, proclamato l’anno nazionale del cibo italiano dal Mipaaf e Mibact, potremo valorizzare ancora di più”

Le dichiarazioni Roberto Di Vincenzo, presidente dell’Istituto Nazionale Ricerche Turistiche, sembrano andare nella direzione di un forte investimento nel settore anche quest’anno.

Infatti,  “non si tratta di sottolineare solo i successi economici di questo settore, ma di ribadire e promuovere anche all’estero il legame profondo tra cibo, paesaggio e cultura. Elementi distintivi dell’identità italiana”.

Un settore che negli ultimi anni si lega fortemente all’innovazione.

Il Town Meeting di Torino

Il 11 giugno a Torino infatti , si svolgerà il secondo Town Meeeting di FactorYmpresa Turismo su Food&Wine Tourism”.

Il 2018  è stato dichiarato dal Ministero dei beni e delle attività culturali e del turismo-MiBACT “Anno del Cibo Italiano”,  rappresenta quindi una sfida.

Torino sarà quindi sede del secondo evento dell’anno di FactorYmpresa Turismo, il programma promosso dal MiBACT e gestito da Invitalia  con lo scopo di aumentare la qualità e la competitività dell’offerta italiana nel Mondo.

Al Town Meeting parteciperanno oltre cento esperti e stakeholder del settore turistico.

I tavoli di lavoro del Meeting

Come leggiamo sul sito di Invitalia, Gli esperti di turismo enogastronomico si divideranno in 10 tavoli di lavoro per discutere su tre diverse tematiche:

  • Territorio: valorizzare i territori con attrazioni enogastronomiche.
  • Esperienza turistica: personalizzare, ampliare ed innovare le soluzioni offerte come esperienze enogastronomiche.
  • Marketing & Export: garantire azioni di marketing congiunte tra il mercato interno e quello internazionale, mirate alla crescita di entrambi i mercati.
Il topic dell’incontro sarà il turismo enogastronomico ed i sui possibili sviluppi.

Il meeting vuole, creare le basi per il prossimo Accelerathon di FactorYmpresa Turismo, la gara tra idee imprenditoriali che si terrà sempre a Torino il 20 e il 21 settembre 2018.

L’idea è di convogliare la domanda di innovazione e i fabbisogni, cercando le possibili soluzioni.

 Solo i 20 migliori progetti innovativi, tra quelli presentati entro il 10 settembre ad Invitalia, parteciperanno all’Accelerathon.

U.na full immersion di 36 ore allo scopo di elevare la qualità, l’innovazione e l’appeal per i futuri investitori, partner o clienti del settore.

Dopo di che, una giuria nominata dal MiBACT e da Invitalia premierà le 10 migliori startup con un sostegno finanziario di 10.000 euro da utilizzare per lo sviluppo del progetto imprenditoriale.

 

Leggi pure: Interviste in cantina. Casal Pilozzo, storia di un’eccellenza.

 

Scarica glu glu wine e trova eventi enogastronomici e visite in cantina in tutta Italia. Download gratuito:

 

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *