Vino nel 2017, i quattro nuovi trend di una rivoluzione

Vino nel 2017, i quattro nuovi trend di una rivoluzione

I produttori si trovano nel 2017 a dover affrontate la necessità di adattare la produzione di vino ai gusti dei bevitori più giovani, senza naturalmente perdere la loro fetta di mercato tra i clienti tradizionali.

I bevitori di vino nel 2017 sono interessati ad esplorare e sperimentare. Dai vini di produttori emergenti, alle nuove modalità d’acquisto passando a quelli che hanno un design diverso e particolare per le bottiglie  o producono vini particolari.

I trend nel mondo del vino cambiano repentinamente e così è sempre stato nel corso della storia, vuoi per un’aristocrazia annoiata dalla consuetudine, o vuoi per l’impatto che nuove rotte e accordi commerciali potevano avere nel mercato sul vino.

Un mercato dinamico quello del vino nel 2017 che pare cambiare di anno in anno anche grazie  alla potenza del web e dei social media. Chi meglio sa promuoversi online è più facile che abbia successo nel mercato.  Un ruolo importante spetta inoltre a bar e ristoranti dalla gestione innovativa, che offrono sempre nuove proposte enologiche ai loro clienti.

Detto questo,  vediamo quali  sono i  trend che stanno cambiando il mondo del vino e che di certo influenzeranno le vostre bevute nei prossimi mesi.

 

1. IL VINO NEL 2017 DEVE AVERE UNA STORIA

Il cibo e il vino è sempre stato uno degli argomenti preferiti di molti italiani, ma ultimamente questa passione si è diffusa in tutto il mondo. I consumatori sembrano sempre più attratti dalle particolarità locali e dalla  qualità. Vin prodotti in piccole qualità e prodotti enogastronomici particolari, sembrano riscutere sempre più successo. Sono le storie di chi questi prodotti li produce che interessano molto. Le persone sono tornate a visitare i mercati e gli agricoltori e si interessano di come e dove i prodotti vengono realizzati. La natura di ciò che compriamo sta mutando rapidamente, abbandonato la mentalità del consumismo di massa per tornare ad una concezione più particolareggiata e nel caso specifico possiamo dire contadina. 

Così anche tra le cantine stanno nascendo tante piccole aziende indipendenti che si pongono come alternativa aigrandi marchi.

Le piccole eccellenze che si oppongono alla omogeneizzazione del vino, che ancora emoziona perché ha una storia vera da raccontare. 

2. NON PIU’ VINI PESANTI MA “ROSSI LEGGERI”

Il rosato è diventato un mst in tutto il Mondo Negli ultimi anni la mania del rosato è esplosa in tutto il mondo, forse l’Italia è stato uno dei paesi in cui questo fenomeno si è fatto meno sentire. Il rosato si può legare a molti piatti ed è adatto a tutte le stagioni e a tutte le temperature.

Un vino rosso non corposo è gustoso da abbinare anche ad un piatto di pesce e mote persone se né stanno rendendo sempre più conto

I vini rossi non corposi nel 2017 registrano infatti una forte crescita che fa sorridere  l’Italia, la quale offre una fantastica selezione di rossi leggeri, a  basso grado alcolico, tannini gentili e limitata corposità. Vini che provengono dalle temperature fresche delle Alpi.  Volete qualche suggerimento? Cercate su glugluwine con la parola rosé, sapremmo consigliarvene tantissimi, basta scaricare l’app gratuitamente dal vostro store, disponibile sia per Android che per IOS

3. I GRANDI NOMI LASCIANO IL POSTO A I NUOVI BRAND PIU’ PARTICOLARI

Champagne, Chianti, Bordeaux, Napa Valley… stanno perdendo il loro fascino, anche perché molti dei loro prodotti hanno prezzi alti che non ne rispettano l’effettivo valore. Moto spesso meglio uno spumante, più economico e meno blasonato di uno champagne sicuramente più caro ma che ti fa pagare soltanto il nome.

Cambiano i sapori, cambia la storia ma soprattutto cambiamo noi.

4. LA TECNOLOGIA CI AIUTA A SCEGLIERE

Il vino nel 2017 deve fare i conti con la tecnologia. Anche se siamo nel 2017  la tecnologia non è riuscita in alcun modo ad alterare i processi produttivi e di invecchiamento del vino per cui ci vogliono ancora molti mesi se non addirittura anni. Allo stesso tempo, il consumatore che deve scegliere quale bottiglia di vino acquistare non ha tutto questo tempo a disposizione e sicuramente non sarebbe in alcun modo felice di sbagliare. Ora la tecnologia e soprattutto le nuove app ci possono aiutare ad identificare il vino e le bottiglie adatte all’occasione. L’utilizzo di queste app è diventato sempre  più frequente ed anche noi di Glu Glu Wine abbiamo voluto inserire nella nostra app una sezione con migliaia di vini schedati all’interno, una specie di enciclopedia del vino per mole ma veramente semplice da consultare. Ti basterà andare su “degusta”, inserire il nome del vino e ti comparirà il vino con la scheda compilata da esperti del vino e sommelier, gli abbinamenti di cibo e piatti ideali, il tipo di uva, la vinificazione, la temperatura di servizio,  l’immagine e molto altro, oltre che la recensione degli utenti.  Se vuoi potrai anche tu recensire e contribuire. Inoltre c’è anche a mappa per sapere dove acqustarlo nello “shop” più vicino a dove ti trovi.  Scarica la nostra app gratuita dal tuo store, disponibile sia per ios che per android

Il consumatore è sempre alla ricerca di un vino di qualità, e la cosa importante è che sia fatto con amore e con la passione di sempre.

 

Scarica Glu Glu Wine dal tuo store:

Leave a reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *